Il giusto Alessio di Mosca

€7,99
In magazzino ordine prestabilito Esaurito

Articolo: 26002Formato (mm): 105*12*145Numero di pagine: 144L'anno di pubblicazione: 2016ISBN: 978-5-7533-1220-4Editore: Monastero SretenskijTipo di copertina: difficileCarta: biancoPeso, g: 146 Questo libro della serie “Guardiano della fede” è dedicato all'arciprete Alexy Mechev, ampiamente noto al popolo ortodosso. Contiene le istruzioni del...

american expressapple paygoogle paymasterpaypalvisa
SKU: 4745090662368
Categorie: Biografie
Beschreibung

Articolo: 26002
Formato (mm): 105*12*145
Numero di pagine: 144
L'anno di pubblicazione: 2016
ISBN: 978-5-7533-1220-4
Editore: Monastero Sretenskij

Tipo di copertina: difficile
Carta: bianco
Peso, g: 146

Questo libro della serie “Guardiano della fede” è dedicato all'arciprete Alexy Mechev, ampiamente noto al popolo ortodosso. Contiene le istruzioni del sacerdote e i ricordi di persone che lo conobbero da vicino. Libro di preghiere e visionario dell'inizio del XX secolo, p. Alessio era riccamente dotato di amore misericordioso per il suo prossimo. Dopo essersi diplomato al Seminario teologico di Mosca, iniziò a prestare servizio come lettore di salmi, poi come diacono e nel 1893 fu ordinato sacerdote. Dopo 18 anni di matrimonio felice, padre Alexy seppellì sua moglie e la pianse inconsolabilmente. Giovanni di Kronstadt lo ha aiutato a trovare la forza per vivere e servire Dio e le persone nell'amore e nella gioia, una conversazione amichevole con la quale ha ispirato p. Alexey per intraprendere la strada della vecchiaia. Persone di classi diverse accorrevano al prete. L'uomo giusto aveva abbastanza cordialità e compassione per tutti. Il sacerdote non ha mai imposto pesanti fardelli di obbedienza al suo gregge, ma si è aspettato il rigoroso adempimento dell'obiettivo equilibrato e prefissato. Avendo un minimo di mezzi di sussistenza, il sacerdote donava le sue ultime cose ai bisognosi. Sopportò sempre con pazienza la maleducazione e il rimprovero, considerando i suoi delinquenti come maestri di umiltà, e rifuggiva ricompense ed esaltazione.

Alessio Mechev morì il 22 giugno 1923. Fu glorificato nel 2000. Le reliquie del santo si trovano nella chiesa moscovita di San Nicola Taumaturgo a Klenniki, dove prestò servizio come rettore.

Rezensionen

Customer Reviews

No reviews yet
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)
0%
(0)